+39 090 9746087protocollo.castroreale@pec.it
Home » La Città » Musei » Museo Parrocchiale

Museo Parrocchiale

museo_parrocchiale

La Chiesa di S. Maria degli Angeli, sulla via G. Siracusa in Castroreale, dal 20 Agosto 2005 è adibita a Museo Parrocchiale degli Arredi Sacri. La fruizione del consistente patrimonio artistico di genere sacro prevede un itinerario insolito rispetto agli usuali percorsi museali.

L’ingente patrimonio delle chiese di Castroreale, sino ad oggi ben custodito e mai interamente reso fruibile, è mostrato integrato alle pregevoli sculture e notevoli dipinti esposti precedentemente nella chiesa già Pinacoteca.

L’esposizione non segue una metodologia di lettura cronologica dei manufatti, ma si esprime attraverso la divulgazione del pensiero teologico comunicato con l’opera sacra.

Un patrimonio rivisitato, attraverso la comprensione della propria essenza, arte per il culto, esibito attraverso un congiunto percorso tematico, storico, artistico ed inserito in un contesto ideologicamente idoneo.

È’ diviso in quattro sezioni: Il mistero dell’Incarnazione, il mistero della Redenzione, il mistero Eucaristico e la Chiesa: Corpo mistico.

Si possono ammirare cinque piccole tavole della fine del XIV sec. raffiguranti storie della vita della Vergine,  l’aspetto taumaturgico delle candele e la celebrazione della messa; la statua della Madonna Accomandata di Antonello Freri del 1510.

Nel primo espositore a sinistra sono ben visibili i segni dedicati alla Madonna: il reliquiario settecentesco di argentiere siciliano recante il sacro capello; la pace cinquecentesca in rame dorato fuso con raffigurazioni della Vergine e Bambino e scena con Annunciazione, realizzata da ignoto artista su commissione dell’Arcivescovo di Palermo Ottaviano Preconio, nativo di Castroreale; una corona da quadro della Madonna seicentesca dell’argentiere messinese Pietro Provenzano.   

Nel secondo espositore i segni devozionali alla Vergine da parte della comunità databili dal seicento all’ottocento.  Troviamo un  frammento della collana in smalto, rubini e oro, oreficeria seicentesca; il pendente in oro con Giuditta ed Oloferne inciso su madreperla, elegante esempio di oreficeria del settecento; dello stesso secolo la croce con smeraldi e diamanti e due anelli etc… 

Un trittico cinquecentesco della scuola fiamminga di Pieter Coeck Van Aelst donato dall’Arcivescovo Ottaviano  Preconio “L’Adorazione dei Magi”; una croce lignea del XV sec. con Madonna Addolorata e San Giovanni; di fronte alla croce si trovano un ostensorio in argento fuso del 1787 di argentiere messinese e quattro croci astili in argento del XVII – XVIII sec. appartenenti a quattro chiese: San Nicolò. SS. Salvatore, S. Marina e il Duomo; un secchiello con aspersorio di Diego Rizzo XVII sec. e dello stesso autore una brocca.   

Troviamo ancora un calice di Sebastiano Iuvara e Francesco Bruno; un  paliotto d’altare del 1700  “S. Benedetto” di Filippo Iuvara; un paliotto “S. Francesco che riceve le Stimmate con S. Chiara in adorazione dell’Immacolata” in argento sbalzato e cesellato della seconda metà del ‘600 punzonato da famosi argentieri messinesi: Giuseppe d’ Angelo, Francesco Donia e Francesco Bruno.

Tra i dipinti esposti troviamo una tavola di Antonello Riccio del 1587 “S. Leonardo da Porto Maurizio”; di Frate Simpliciano da Palermo “S. Lorenzo” del XVI secolo; un dipinto su tavola di autore ignoto del XV sec. che raffigura “S. Agata”.

 

 Il Museo Parrocchiale apre su prenotazione

Ingresso € 2,00 

 

Per prenotazioni tel. 090/9746514 (Arcipretura)

oppure rivolgersi al personale del Museo Civico tel. 090/9746534